Serralunga di Campofelice

Breve ma panoramica escursione su una poco frequentata montagna.
Poco più di una passeggiata, la salita ripida e a tratti scoscesa e poi l'esplosione degli orizzonti su tutto il gruppo del Velino e anche oltre in condizioni di visibilità; un trionfo di fioriture completa molti panorami da cartolina, l'idea giusta per una mezza giornata da spendere in montagna.


Meta decisamente poco frequentata, preceduta per interesse dalle montagne più alte che fanno da corona al vasto altopiano di Campo Felice, la Serralunga offre una bella passeggiata su una panoramica dorsale che si raggiunge percorrendo un breve ma ripido ed a tratti aereo sentiero. Ci si può avviare lasciando l’auto al vasto parcheggio della stazione sciistica e dirigendosi dapprima verso la ben visibile brecciata che sale al valico di Forca Miccia, l’ampia sella che separa gli avamposti del Monte Cefalone proprio dal ripido versante ovest della Serralunga. Dal valico, poco oltre la palina che ne indica la quota, si prende il sentierino che entra subito nel bosco e ne esce dopo alcune svolte per proseguire su prati sino a giunge ad un passaggio inciso a ridosso di una corona di rocce, in lieve esposizione ed attrezzato con una fune (molto lenta e su cui non è bene fare particolare affidamento); superato uno scalone il sentiero riprende a salire con qualche bel tratto aereo e la vista che si apre sulla piana di Campo Felice, ormai qualche centinaio di metri più in basso, ed in breve ci si trova di fronte al mucchio di pietre che segna la cima decisamente panoramica. La passeggiata procede quindi per attraversare la lunga dorsale che declina molto gradatamente verso la sella della Brecciara dove si trova la stazione a monte dell’omonimo impianto di risalita. In conclusione, una camminata poco impegnativa ma di buona soddisfazione, sicuramente consigliata ad inizio estate quando sulla parte sommitale si cammina immersi in un giardino fiorito fatto di una moltitudine di colori che allietano la vista e rendono questa breve escursione davvero varia e piacevole. Ma anche nelle stagioni intermedie la Serralunga si rivela una meta interessante con le tinte a pastello che coprono le montagne tutto attorno a Campo Felice.